4Scaricare

4Scaricare

SCARICA CONDENSATORE LAVATRICE

Posted on Author Doujinn Posted in Multimedia


    Ciao a tutti,. vi faccio una domanda da TOTALE INESPERTO in materia.. Poco tempo fa si è guastata in maniera irrecuperabile la mia lavatrice. In questa guida spieghiamo come sostituire il condensatore di una lavatrice. Spesso la lavatrice può dare problemi, soprattutto legati alla. Come Scaricare un Condensatore. I condensatori si trovano in moltissimi dispositivi elettrici e parti di apparecchiature elettroniche. Essi immagazzinano. Se il motore della tua lavatrice emana un rumore simile a un ronzio e non Il modo più conveniente di scaricare un condensatore è collegare i terminali a.

    Nome: condensatore lavatrice
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 47.28 Megabytes

    March 11, E' un po' OT ma non troppo. VI racconto un aneddoto vero. Circa 45 anni fa lavoravo in un'azienda di elettronica "professionale" leggi militare. Tra i vari dispositivi qquali radar, transponder, etc. Questi trasmettevano con una potenza di circa 1kW, quindi l'alimentatore dello stadio finale doveva erogare più di un paio di kW con tensioni dell'ordine di circa V.

    Ebbene la procedura di collaudo dell'alimentatore prevedeva una serie di misure e prove tutte elencate e da eseguire nell'ordine prestabilito.

    E' il tipo più utilizzato, specialmente in macchine non collocabili nelle fasce più alte e costose delle gamme-prodotto dei costruttori.

    E' costretto, per poter funzionare, a ricevere, tramite il programmatore, la carica di un condensatore di opportuno valore in mF normalmente da 12,5mF a 20mF , detto condensatore di spunto.

    E' composto da due "sezioni" distinte: una relativa alla parte che assicura la rotazione del cestello durante il lavaggio, ed una relativa invece alla centrifuga.

    Queste sezioni possono danneggiarsi indipendentemente l'una dall'altra, ed un motore che non gira nel lavaggio, potrebbe funzionare tranquillamente in centrifuga e viceversa. A seconda dei "poli" relativi alle sezioni lavaggio e centrifuga, si hanno delle velocità di rotazione dell'albero del motore rotore ben precise, che, tramite i rapporti di trasmissione poi specificatamente calcolati tra puleggia motore e puleggia cestello.

    I poli relativi alla centrifuga sono generalmente sempre due, e la velocità che assume il cestello in questa fase è data dalle dimensioni delle pulegge.

    I poli relativi al lavaggio possono essere dodici, sedici, diciotto ecc. Più è alto il numero dei poli, minore è la velocità iniziale dell'albero motore. E' chiaro che in macchine nelle quali si vuole raggiungere una velocità di centrifuga consistente, vengono montati motori con numero di poli del lavaggio normalmente da sedici in poi, dato che altrimenti il cestello girerebbe nel lavaggio troppo velocemente.

    L'illustrazione sopra riportata mostra gli elementi di un motore asincrono, e si spiega da sola. Grazie alle correnti indotte, e al campo magnetico stesso, il rotore, vincolato alle calotte da cuscinetti a sfera, entra in rotazione, cercando di seguire il campo magnetico.

    Proprio per questo motivo, questi motori sono chiamati anche "motori ad inseguimento di campo". Andando adesso ad esaminare guasti ed inconvenienti, si possono avere i seguenti casi: Il motore riesce a far girare perfettamente il cestello a macchina vuota, ma al contrario, con la biancheria, il cestello riesce appena ad ondeggiare, sia in lavaggio che in centrifuga. Localizzare il condensatore, normalmente posto nella parte superiore della macchina, nei pressi del morsetto di alimentazione.

    Svitare il dado che lo blocca, non prima di aver staccato la spina della lavatrice dalla presa alla quale è collegata.

    Con una pinza a becchi isolata scollegare i fili che gli portano corrente, estrarlo senza toccare i morsetti e provvedere subito a scaricarlo con un cacciavite isolato. A questo punto procedere a rilevare la capacità del condensatore con la sezione capacimetro del tester. Se questa non è uguale. Attenzione che se il condensatore fosse completamente scarico o scoppiato.

    Un'anomalia del genere. Rilevare la tensione della stessa premendo nella parte al centro tra le due pulegge: vi dovrebbe essere un gioco di uno: due centimetri.

    Join the conversation

    Se la cinghia va tesa, bisogna allentare il dado che blocca il perno di fissaggio del motore nella parte della vasca dove è presente l'asola di registrazione, e anche quello che fissa l'altro perno al foro fisso. Il motore a questo punto dovrebbe muoversi verso il basso, per effetto del suo stesso peso. Eventualmente lo si aiuti con la mano. Stringere i dadi, avendo cura di non applicare sugli stessi un'eccessiva coppia, onde non spezzare i lunghi bulloni che sostengono il motore tra la staffa anteriore e posteriore della vasca.

    Il motore gira nel lavaggio, ma non in centrifuga. Si proceda ad un primo controllo del valore omhico degli avvolgimenti del motore direttamente dal connettore sulla sua carcassa. Nei motori attualmente usati. Si imposti il tester sulla sezione ohm con un range da 0 a e si verifichi il valore esistente tra comune e un contatto del lavaggio: si dovrebbe avere una lettura di circa una sessantina di ohm; si sposti ora il puntale sul lavaggio sull'altro contatto di questa sezione, mantenendo il puntale preso sul comune in posizione: si dovrebbe avere una lettura dell'identico valore riscontrato in precedenza; differenze oltre i 6 , 7 ohm.

    Letture molto diverse da questo esempio, denunciano anomalie. E' chiaro che non si deve mai riscontrare neanche il cortocircuito o l'interruzione in uno qualsiasi dei rilevamenti svolti.

    Lavatrice rotta: tutte le possibili cause

    Per effettuare le verifiche sopra descritte bisogna conoscere la disposizione dei contatti nel morsetto sulla carcassa del motore.

    L'unico modo veramente sicuro è quello di disporre dello schema elettrico programmatore-modello lavatrice della macchina in oggetto. Se il motore va sostituito, normalmente quest'operazione è semplice e veloce tranne rari casi di macchine in cui "si lavora veramente male". E' sufficiente svitare i dadi di bloccaggio dei perni-motore alle staffe della vasca dopo aver tolto la cinghia. Si fa scivolare il motore in basso, verso il pavimento. Se il motore nuovo viene fornito senza i tubetti di metallo e i relativi tamponcini in gomma nei quali vanno infilati i lunghi bulloni che sostengono e fissano il motore alla vasca, questi vanno levati dal componente vecchio, e rimessi in quello nuovo.

    Una volta riposizionato il motore nuovo, si proceda alla tensione della cinghia come indicato sopra. Attenzione: svolgere tutte le operazioni di verifica e sostituzione, con la lavatrice scollegata dalla rete elettrica.

    Se il motore sembra buono, allora bisogna verificare che il programmatore gli " dia il condensatore" regolarmente, sia in lavaggio che in centrifuga. Si posizioni il programmatore all'inizio di un ciclo di lavaggio.

    Con i morsetti motore e cablaggio regolarmente connessi, verificare che al motore arrivi corrente tra il comune e un morsetto del lavaggio: se vi sono i regolari Volts, spostare velocemente il puntale preso sul lavaggio, sul contatto accanto sempre di questa sezione: si deve rilevare anche adesso una tensione di Volts: se non la si rileva, o si constata un valore inferiore, il programmatore è guasto e va sostituito.

    Nello stesso modo si controlla che arrivi regolarmente corrente agli avvolgimenti della centrifuga, chiaramente dopo aver posizionato la macchina sull'ultimo risciacquo.

    Ma il cestello potrebbe non girare anche a causa di un guasto alla puleggia o, addirittura, del motore stesso della lavatrice. La cosa migliore che tu possa fare è chiedere assistenza a chi ne sa più di te.

    In poco tempo, il professionista saprà identificare il problema e proporti la soluzione migliore per ridar vita al tuo elettrodomestico. Il cestello non gira o è bloccato? Non disperare! Potrebbe trattarsi di problemi di poco conto.

    Magari un oggetto si è incastrato tra la vasca e il cestello. Cerca di non ignorare i rumori inconsueti, anche se temi per il tuo portafoglio.

    Potrebbe essere peggio ignorare il problema e dover poi comprare una nuova lavatrice. Senti un rumore molesto che proviene dalla lavatrice?

    Vediamo insieme cosa potremmo aspettarci e come intervenire con prontezza. Basta cacciare fuori i panni e sentirli eccessivamente bagnati. Capire quale problema abbia effettivamente la centrifuga è tutto un altro discorso. Come nel caso della pompa, anche qui bisogna accertarsi che non si siano verificate delle distrazioni. Sei sicuro di non aver selezionato un lavaggio senza centrifuga? Potrebbe essere un problema del sistema di chiusura e di blocco della porta.

    Altrimenti, se nel cestello rimane acqua, si tratta della pompa di scarico intasata.

    Scarica di un condensatore

    Altre cause della mancata centrifuga potrebbero essere la cinghia spezzata, il condensatore fuso o, addirittura, un malfunzionamento elettronico della scheda. Insomma, avrai capito che se in una situazione del genere, la cosa migliore che tu possa fare è chiamare qualcuno che capisca di cosa stiamo parlando. Per portare agli antichi splendori la tua lavatrice spesso basta solo una buona manutenzione!

    Quando un elettrodomestico importante come la lavatrice ti abbandona, è normale essere presi dallo sconforto, soprattutto nel momento in cui realizzi che la garanzia è scaduta.

    Tuttavia, respira e non fare nulla di azzardato.


    Articoli popolari: