4Scaricare

4Scaricare

SCARICARE FASCISTI SU MARTE

Posted on Author Tagrel Posted in Multimedia


    Un film di Corrado Guzzanti, Igor Skofic con Corrado Guzzanti, Pasquale Petrolo, Andrea Blarzino, Marco Marzocca. Un film che sperimenta su se stesso, con. Un gruppo di fascisti scelti dal regime viene inviato alla conquista di Marte, il pianeta rosso. La spedizione incontrerà varie difficoltà come ad esempio la. Delos 88, tutto Marte da scaricare sguardo a come cinema e tv hanno " conquistato" Marte, comprese le missioni dei "Fascisti su Marte" di Corrado Guzzanti. La spedizione incontrerà varie difficoltà come ad esempio la mancanza di aria o acqua per sopravvivere. Guarda Fascisti su Marte - Una vittoria negata in.

    Nome: fascisti su marte
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 31.48 MB

    CRITICA "I festaioli di Roma cercavano pane per i loro denti nell'epifania del beniamino Corrado Guzzanti: purtroppo l'atteso 'Fascisti su Marte', versione accresciuta della fiction nata all'interno del cabaret di RaiTre 'Il caso Scafroglia', si è rivelato di una tale pochezza da gelare anche i più scatenati. Quello che funzionava in episodi di minuti, si trascina in un film di 90, anche perché i personaggi sono pochi e si muovono su uno sfondo desertico la cava della Magliana.

    A funzionare ancora sul grande schermo non sono più le scenette, anche se non paiono essere le stesse della tv, ma i siparietti, evocanti i cinegiornali dell'epoca. E poi la colonna sonora di brani d'epoca: nostalgia canaglia Un'impennata il film l'ha - involontariamente - nel finale, con la morte solitaria del gerarca Barbagli Corrado Guzzanti, naturalmente , rimasto fedele al duce quando tutti l'hanno tradito.

    E allora pazienza se Corrado Guzzanti si contraddice nella conferenza stampa, lamentando che i fascisti - quelli veri, non quelli su Marte - 'non sono mai stati condannati per i loro crimini' in virtù di una pacificazione che ha un nome, amnistia Togliatti, significativo per far capire quanto bisogno che ce ne fosse nella Roma triste di allora, se non in quella allegra della Festa di oggi. In sintonia col tono della quale il film di Corrado Guzzanti ha accenni a Berlusconi, come per riproporre una continuità storica fra mussolinismo e berlusconismo attraverso un lessico o intere locuzioni facilmente riconducibili al capo dell'opposizione.

    Nasce la corrente architettonica "Stile Impero Spaziale", gli edifici diventano come quelli dei fumetti di Flash Gordon, altissimi, pieni di pinnacoli e ponti aerei, arditi e stravaganti, con giardini pensili collegati da monorotaie.

    Le auto hanno pinne da missile ed abitacoli a bolla e corrono su strade sopraelevate. In basso solo giardini e prati. La città del futuro è verticale e verde.

    La gente vuole vedere il futuro diventare realtà Per spiegarmi, ecco una foto della FIAT "Balilla" del in ricordo dell'eroico cane primo essere vivente nello spazio e della superutilitaria supereconomica "Topolino" del Lo studente Matteo Bonalanza vuole dire la sua: Bella l'idea! William Riker ribatte: Giusta osservazione, Matteo. Lei preferisce un mondo nazificato con i partigiani della Weisse Rose che lottano contro il Führer, o un mondo sovietizzato in cui Gianfranco Fini fa l'ultimo giapponese nella giungla?

    Ma se entrambi possono colpire a continenti di distanza il vantaggio è annullato e si va a una nuova guerra fredda Ha pensato che questo potrebbe evitare la seconda guerra mondiale?

    E se evolvesse pacificamente dopo l'assassinio di Hitler con un leader meno sanguinario, come per esempio Klaus von Stauffenberg, cattolico e ostile al Führer? Se l'attentato di Rastenburg riuscisse Anche il nazismo non poteva funzionare economicamente sul lungo periodo senza conquistare sempre nuove terre.

    Doveva dominare Senza l Seconda guerra mondiale, ci sarebbe stato l'attentato di Rastenburg? Filobeche interviene a sua volta: Su questa voglio dire una cosa. Se il nazismo va al potere in Germania non c'è dubbio che una seconda guerra mondiale si farà prima o poi Sandro Degiani non demorde: Rilevo una deriva della Ucronia e la storia si spinge laddove uno ritiene preferibile si diriga.

    Vedo già accantonata la Italica ipotesi nata da uno strale di Cupido e colta al volo dal Duce in una ispirata decisione storica e fatale. La possibilità di una corsa allo spazio puramente ed autenticamente italiana.. Non piace a nessuno e non è credibile. Perchè questa sfiducia nelle italiche risorse intellettuali ed energie industriali? E sempre la Domanda Eterna Sarebbe tornato ad essere un maestro di Scuola, decorato, invalido, apprezzato acquerellista e magari avrebbe vissuto una vita "normale".

    Perchè non è mica nato cattivo Con tutto il disgusto e l'orrore dei suoi atti politici e crimini commessi, Hitler è un essere umano, è il risultato, come ognuno di noi, di un percorso.

    Ritengo il Lombroso un cialtrone e ritengo l'ipotesi "genetica" del male, della criminalità scritta nel DNA o nella fisiognomica una balla ed una pericolosa idea. Un comodo paravento che rende ineluttabile il destino, assolve il criminale in parte ed assolve la repressione interamente, che giustifica con poco sforzo pulizie etniche, campi di concentramento e foibe.

    Che assolve "i buoni" che sono tali solo per destino superiore e purezza genetica e non devono mai mischiarsi con "i cattivi". Un manicheismo rivoltante che porta al Ku-Klux-Klan ed alla peggiore cultura americana. Scusate l'excursus Io preferisco la possibilità romanzesca di ricamare su una Italia eroicamente all'avanguardia e che lotta per una Galassia Tricolore. Non per apoteosi del Fascismo ma solo perchè da' spunti letterari maggiori.

    Guzzanti in tribunale: «Io, truffato dal manager che mi svuotava i conti. Piangevo nel sonno»

    Voglio una Galassia un po' stracciona un po' gaglioffa Occhio ragazzi non è un "nazista".. La classe capitalista a cavallo del ' credeva veramente di poter miscelare socialismo, paternalismo e buon governo e rendere tutti felici Una bellissima Ucronia!

    Scusate l'inciso!!! Ma per me gli italiani colonizzeranno le Stelle e si lanceranno con lo spirito di Cristoforo Colombo con rappezzate astronavi bricolate mischiando geniali macchinari e propulsioni con tanto filo di ferro, nastro adesivo e improvvisazione. Un corno di corallo rosso appeso sul quadro di comando e poi via Per giungere là dove nessuno è arrivato prima d'ora Magari provo ad aggiungere due cosette.

    Prima di tutto metterei un substrato economico e culturale. Per la corsa allo spazio ci vogliono un sacco di soldi e molti di più ce ne vogliono per bruciare le tappe come in questa ucronia. Da dove li prendeva,l'Italia,tutti questi soldi? Il sistema economico corporativo ha dimostrato la sua efficacia nella nostra timeline permettendo all'Italia di uscire per prima dalla crisi economica. Diciamo quindi che la ricerca in campo spaziale è stata pagata con i ricavati di dazi doganali e monopoli di stato.

    In particolare i dazi doganali hanno procurato qualche disagio alla popolazione spingendola sull'orlo dell'autarchia In questa timeline non ci sono state le inique sanzioni. La guerra di Libia forse si o forse no. Il movimento futurista galvanizza le folle e spinge l'italia verso l'innovazione tecnologica. Lo stesso anno si dà inizio al progetto spaziale americano, che prende il nome di Progetto Manhattan.

    Ma il gruppo di via Panisperna in Italia continua il suo lavoro. Anche negli USA la corsa allo spazio trova terreno fertile nella cultura popolare americana dei fumetti e delle riviste di racconti di fantascienza. Gli USA inviano il secondo satellite geostazionario, il secondo uomo nello spazio e costruiscono la prima base spaziale Apollo.

    Isaac Asimov saluta il programma spaziale Americano con la frase: "La realtà a volte supera la fantasia! I Sovietici, infatti, non vogliono essere da meno delle potenze fasciste e capitaliste e, nello stesso anno, creano la seconda stazione spaziale Mir che viene assemblata direttamente nello spazio, ed inviano il primo uomo sulla luna con la spedizione Selene: é in tutto e per tutto una guerra fredda scientifica che vede contrapposti i tre blocchi.

    Il duce non vuole essere superato dai Bolscevichi, e dà ordine di preparare la spedizione su Marte. Ed ora un po' di steampunk Von Braun collabora con gli italiani che sviluppano i razzi a lunga gittata. Gli americani copiano il progetto di von Braun, ma magari i russi inventano un altro modo di raggiungere lo spazio.

    La capsula è dotata di razzi per correggere la rotta e per tornare indietro. Inoltre il cannone dovrebbe essere veramente enorme E poi? Cliccate qui per scaricare un'ipotetica cartina di Marte con toponimi fascisti disegnata da William Riker. Diamo ora la parola a Paolo Maltagliati : A proposito di Fascisti su Marte, la mia mente malata ha partorito ieri questo sclero di cartina Il problema che la vita su marte rimane a livello di forme piuttosto primitive, che pur tuttavia condividono lo stesso codice genetico del nostro.

    Marte è un pianeta rosso comunque. Per quanto riguarda la superficie, le tempeste di polvere ed il freddo battono un territorio ricco di silicati e materiali ferrosi. Le acque basse invece sono popolate da alghe, comunque rosse, o, quantomeno, parenti di esse.

    L'atmosfera è composta da anidride carbonica e ossigeno, con quantità di azoto abbastanza diverse rispetto alla nostra. Ma per l'uomo è comunque possibile respirarci: deve solo farci un po' l'abitudine, anche se tende a stancarsi in fretta.

    In generale non è un luogo particolarmente ospitale, eccezion fatta per le aree intorno alle fonti d'acqua, che comunque, essendo più acida della nostra, deve essere trattata prima di essere bevuta. Ah, dimenticavo: la parte italiana è quella grigia. Se notate, la capitale Repentaglia dovrebbe dirvi qualcosa Iacopo Maffi commenta: Gli Stati Uniti avranno dei problemi: sono un paese di immigrazione, non di emigrazione.

    I russi potrebbero trovarsi meglio. Probabilmente la grande distanza dalla Terra avvantaggerebbe i tedeschi.

    Possiedi già una Carta?

    E i Piccoli Omini Verdi del Labirinto, come reagiscono? Nessuno pensa di installarci il Judenstaadt? Sempre Paolo Maltagliati poi avanza un'altra seducente proposta su questo tema: Dopo la fine della Prima Guerra Mondiale, l'interesse per l'astronomia ed il modo di raggiungere stelle e pianeti si fa abbastanza importante.

    La propulsione con tale strumento, che permette ad un veicolo di viaggiare entro un campo gravitazionale proprio, quindi senza sottostare alla gravità terrestre e spaziale, viene esplorata negli anni successivi.

    Sempre nello stesso tempo, lo scienziato Wernher von Braun continua il proprio lavoro di costruzione di razzi sotto l'egida e la protezione della Wermacht, l'esercito tedesco, nonostante Hitler sia contrario allo spreco di risorse per tecnologie invece che per armamenti.

    Marconi fa la conoscenza di Pinkell; interessato alle sue curiose teorie, lo presenta a Ciano, che si dimostra estremamente colpito. A sua volta, Ciano presenta il tedesco visionario al gruppo di via Panisperna.

    Particolarmente attratto è, del gruppo di giovani e brillanti fisici italiani, Edoardo Amaldi, il quale, tuttavia, smonta le teorie di Pinkell per ricostruirle da capo: in realtà i risultati conseguiti da quest'ultimo non sono da attribuirsi a delle sfuggenti particelle, ma, più precisamente, a delle onde, onde gravitazionali!

    Fascisti su Marte

    Ripartendo da tale premessa, e rivestendola di una solida base matematica, la possibilità di creare un velivolo spinto da onde gravitazionali sembra teoricamente possibile, questa volta per davvero.

    Progressivamente, lo sviluppo di nuove tecnologie, primariamente a scopo bellico, ma chissà, interessa sempre più il gerarca imparentato con il duce.

    Ciano infatti vede di mal occhio l'ascesa del nuovo partito nazionalsocialista in Germania, sebbene sembri il trionfo dell'ideologia fascista in Europa. Gian Galeazzo preferirebbe un governo tedesco debole ed un avvicinamento molto più radicale e stretto con il Regno Unito. L'odio viscerale antisemita è un altro elemento per cui Ciano non è troppo convinto nei riguardi dello stesso Hitler. Ulteriore evento che scombina il quadro: il generale Graziani, in una nota, fa sapere a Roma che per caso, una società di trivellazione americana che sondava per conto dei britannici la depressione di Qattara, scopre che in Egitto di petrolio non ce n'è, ma che in Libia potrebbe essercene.

    E parecchio. Il problema era che con le tecnologie disponibili non sarebbe stato estraibile. Ils donnèrent à l'Italie un nouvel Empire et pour lui et pour elle ils périrent. Fut-ce vraie gloire? La question tout-à-fait rhétorique et posée par nous nous indigne également et fait bouillir notre sang dans nos veines ultraromaines.

    Le dit le descendant, héritier d'un monde fatigué et global privé de son Duce, où l'industrie italienne est réduite à la mercerie et la chemise noire mise à des mannequins ossus.

    Des hommes marqués par le sort, qui seuls connurent l'honneur d'entendre sonner l'heure de la destinée : Mars était italienne, Mars était fasciste. Ils furent le bras et la main du Duce s'étendant au-delà des grises barrières libérales du cosmos, du Duce qui ne le sut jamais, mais qui le pressentit avec certitude ; son esprit est comme une de ces machines calculatrices prodigieuses dont on attend l'invention.

    Mars est fasciste!


    Articoli popolari: